AID Italia - La risposta alle tue domande sulla dislessia

Aid sezione di

Roma

DIAMOCI UNA MANO

INSIEME SI PUO'

INSIEME SI PUO'

Cari soci,

vi scrivo nella speranza di riuscire a coinvolgervi di più nella vita della sezione. Fare il volontario è faticoso ma è una bella avventura che ci fa sentire meglio con noi stessi e con il prossimo. Ci permette di confrontarci con gli altri e anche di sdrammatizzare l’impatto di un disturbo come la dislessia di nostro figlio nel contesto familiare. 
A Roma siamo oltre 1400 iscritti ma solo pochi si possono definire soci attivi. La maggioranza si iscrive all'Aid per poter usufruire dei libri digitali e in questo non c’è nulla di male, ma insieme potremmo fare molto di più sia per i nostri figli che per quelli degli altri. Oggi grazie a un piccolo gruppo di volontari (abbastanza stremato) riusciamo a organizzare doposcuola, corsi per genitori e ragazzi, un corso Trinity d’inglese per gli studenti con Dsa, campus estivi, un’assemblea divulgativa al mese e uno sportello una volta al mese in varie parti della città. Ma avremmo un gran bisogno di nuove forze sia per dare una mano in piccole cose, come l’apertura e la chiusura della scuola nostra sede, l’Ic Fratelli Cervi quando ci sono delle attività in corso, sia per riflettere insieme e inventare nuove iniziative. Sarebbe fondamentale che ciascuno di voi verificasse se ha la possibilità di trovare uno o più sponsor per la nostra sezione (anche con la donazione di piccole somme) che ci permetterebbero di offrire dei corsi gratuiti ad esempio per i ragazzi, mettendo il logo del donatore sul nostro sito lì dove si parla dell'iniziativa. Ci sono molte sezioni di provincia che riescono a organizzare attività completamente gratuite grazie al piccolo contributo di una pasticceria o a quello più consistente di una banca o di una Fondazione.

Ripeto: non servono grandi cifre se i donatori sono numerosi.

Molte nostre iniziative invece, proprio a causa dell’assenza di donazioni, sono a pagamento perché dobbiamo dare un compenso ai formatori che fanno i corsi o ai tutor che seguono i ragazzi nei laboratori didattici. Come associazione, vi garantisco, facciamo fatica ogni volta a non andare in rosso.


In sintesi vi lancio una proposta:

incontriamoci !

Chi è interessato a partecipare più attivamente alla vita della sezione, a dare un contributo di idee e individuare nuovi bisogni dei soci, a offrire la disponibilità di un minimo di presenza fisica quando si svolgono le iniziative (bastano anche pochi sabati mattina o pomeriggio l’anno), oppure è disponibile unicamente a cercare degli sponsor o a mettere in piedi iniziative, come uno spettacolo teatrale, che possano portare fondi alla sezione per destinarli poi a un particolare progetto, può venire sabato 23 marzo alle 10 presso l’Istituto comprensivo Fratelli Cervi, la nostra sede, in Via Casetta Mattei 279, così potremo conoscerci e confrontarci. Non serve sacrificare gran parte del tempo libero, è sufficiente anche un piccolo impegno. Vi chiedo solo di mandare una mail a roma@aiditalia.org per confermare la vostra presenza. 
Vi saluto con una piccola massima di un anonimo:

"I volontari non sono remunerati, non perché non valgono nulla, ma perché sono inestimabili".

Antonella

Condividi
Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, continua con la lettura. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. AUTORIZZO.